Travetti

La versatilità, la flessibilità dimensionale e strutturale assieme alla semplicità di posa rendono il solaio a travetti tralicciati la tipologia di impalcato più diffusa sul territorio nazionale, sia per solai di calpestio che di copertura. Con tale sistema infatti si possono realizzare solai di luci e sovraccarichi diversi e dalla sagoma particolarmente irregolare. La struttura portante è costituita da travetti tralicciati preconfezionati con fondello in laterizio/EPS ed interposti costituiti da blocchi in laterizio/EPS di diverse altezze per consentire di adattarsi alle differenti esigenze di portata e luce dei solai. Dopo la posa degli elementi si dispongono le armature aggiuntive previste nei calcoli della struttura e si esegue, a completamento, il getto della caldana di calcestruzzo di spessore variabile (almeno 5 cm) armata generalmente con rete elettrosaldata.

La nostra azienda nel 2009 ha conseguito la certificazione FPC (Controllo di Produzione in Fabbrica) con Sistema 2+ (Marcatura CE).

A partire dal 01 Gennaio 2011, l’immissione sul mercato e l’impiego nelle opere dei TRAVETTI PER SOLAI sono possibili soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione” (“CPD”), recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n. 246 e s.m.i, ed ora sostituita dal Regolamento UE n. 305/2011 (“CPR”) entrato in vigore il 24 Aprile 2011.

Ciò vale per tutti i travetti per solaio, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, rientranti nella norma Europea armonizzata UNI EN 15037-1:2008, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – Solai a travetti e blocchi: travetti”, che è entrata in vigore dopo il periodo di transizione intercorso dal 01 gennaio 2010 al 01 gennaio 2011.

Occorre sottolineare che il DM 17.01.2018 “Aggiornamento delle Norme tecniche per le Costruzioni”, richiede che il Direttore dei Lavori, in fase di accettazione dei prodotti, accerti la presenza della Marcatura CE nei materiali e prodotti ad uso strutturale.

IL DIRETTORE DEI LAVORI E’ QUINDI TENUTO A RIFIUTARE LE EVENTUALI FORNITURE DI PRODOTTI NON CONFORMI O NON MARCATI CE, onde evitare conseguenze sia di tipo civile che penale.

TRAVETTI CON FONDELLO IN LATERIZIO

TRAVETTI CON FONDELLO IN EPS